American Heart Association
GICR - Congresso
ACC Meeting

Il farmaco immunosoppressore Ciclosporina non migliora gli esiti clinici rispetto al placebo nei pazienti trattati con intervento coronarico percutaneo ( PCI ) per la forma più grave di attacco cardia ...


Gli alti livelli di acido urico sono in grado di predire in modo indipendente gli eventi avversi cardiovascolari e la mortalità nelle donne in postmenopausa. L'effetto è risultato più pronunciato per ...


Da uno studio è emerso che i pazienti pediatrici con sindrome del QT lungo, in trattamento con farmaci per il disturbo da deficit di attenzione / iperattività ( ADHD ) sono ad aumentato rischio di eve ...


I dati di una meta-analisi condotta in Italia hanno mostrato che gli anticoagulanti orali diretti possono essere sicuri ed efficaci come gli anticoagulanti convenzionali nella prevenzione del tromboem ...


La prevalenza di trombi intracardiaci è risultata più bassa nei pazienti con fibrillazione e flutter atriale ad alto rischio trattati con anticoagulanti orali diretti rispetto al Fenprocumone, un anti ...


I pazienti con arresto cardiaco extra-ospedaliero sottoposti a gestione mirata della temperatura corporea a 33°C oppure a 36°C hanno presentato funzioni cognitive e qualità di vita simili. E’stato ...


Il valore della Aspirina ( Acido acetilsalicilico ) nella prevenzione primaria del cancro e delle malattie cardiovascolari rimane non ben definito. L'obiettivo di uno studio è stato quello di ident ...


L’anticoagulante Warfarin ( Coumadin ) riduce il rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale e malattia renale avanzata. La fibrillazione atriale è il tipo più comune di ritmo cardiaco ...


Uno studio clinico di ampie dimensioni, effettuato in Giappone, non ha evidenziato nell’arco di 5 anni alcuna associazione tra l’assunzione una volta al giorno, di Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) ...


Le persone che assumono farmaci anticoagulanti per la fibrillazione atriale e fanno anche uso di farmaci antinfiammatori ( FANS ), anche per breve periodo ( due settimane ), hanno maggiori probabilità ...


Gli studi che indagano il ruolo del consumo di alcol nello sviluppo dell’aneurisma dell'aorta addominale ( AAA ) sono scarsi. Sono state esaminate le associazioni tra consumo di alcol totale e speci ...


La malattia cardiovascolare è una delle più comuni malattie legate all'età, e anche una delle più comuni cause di morte nella popolazione generale. È stata valutata l'ipotesi che i segni visibili le ...


L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha chiesto a Sanofi e a Regeneron Pharmaceuticals di valutare gli effetti collaterali neurocognitivi del farmaco speriment ...


Non è ben definito il grado di cambiamento della attività fisica per modificare il rischio di malattia cardiovascolare nei soggetti ad alto rischio. Uno studio ha valutato se l’attività fisica al ...


In uno studio, quasi il 20% dei pazienti che hanno sofferto di un infarto non-STEMI e che avevano una malattia coronarica trivasale o una malattia dell’arteria coronaria principale di sinistra, sono s ...